Annunci

Lascia un commento

Archiviato in antimilitarista, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, dal molin, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, hiroshima, lilliput, non-violenza, nonviolenza, nucleare, rete lilliput, umanista, verdi, vicenza

9GIUGNO-BUSH:Digiuniamo pubblicamente per protesta e per lutto in tutte le piazze italiane!

NO A BUSH – SI ALLA PACE

Il 9 giugno George BUSH viene in Italia. E’ giusto che i cittadini che aspirano ad un mondo di pace e di nonviolenza lo contestino per la sua politica di guerra. Gli stessi cittadini, coerentemente,  dovrebbero contestare la posizione del governo che si prepara ad accoglierlo: verranno confermati gli accordi italo-americani su scudi antimissilistici e condivisione nucleare, sugli F35, sul raddoppio di Vicenza e di tante altre basi militari.

Bush arriva ma invitiamo a non sprecare il nostro prezioso tempo fischiandolo per le strade della Capitale… Imitiamo i suoi connazionali: voltiamogli le spalle e lasciamolo solo con quei potenti che vorranno omaggiarlo!

Digiuniamo pubblicamente per protesta e per lutto in tutte le piazze italiane!

Lavoriamo per l’alternativa nonviolenta: la costruzione della pace con la pace, attraverso la pace!

Il 1 giugno a Roma presenteremo il progetto per “attuare dal basso la “Dichiarazione di Barcellona”: aprire in tutti i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente “Ambasciate di pace” della società civile. Luoghi di lavoro di base che premano sui governi per liberare l’area dalle armi di sterminio di massa, secondo quanto i governi stessi nel novembre 1995 si erano impegnati a fare (compresi Israele e l’Autorità Nazionale Palestinese).

Sabato 19 maggio è partita la “Carovana contro la guerra, per la pace e il disarmo”. La manifestazione sta attraversando l’Italia e i luoghi dove è simbolica la memoria storica del “pacifismo” (Comiso, Assisi….) e quelli dove sono installate le basi militari USA e NATO, le armi atomiche, le servitù militari. Arriverà a Roma il 2 giugno, per dire che la Festa della Repubblica non può essere una parata militarista.

Convochiamo, per il 10 giugno, una assemblea a Milano per rilanciare l’impegno e le iniziative su:
• disarmo atomico (due leggi di iniziativa popolare e molto altro che è in cantiere);
• obiezione di coscienza alle spese militari per la transizione alla Difesa Popolare Nonviolenta;
• boicottaggio e consumo critico collegati ad un modello alternativo di difesa e per superare la belligena civiltà dell’auto e del petrolio.

Associazione Nonviolenta Ecumenica Riconciliazione.it – BERRETTI BIANCHI – Il Dialogo – LDU (Lega per il Disarmo Unilaterale) – LOC (Lega Obiettori di Coscienza) – MIR (Movimento Internazionale per la Riconciliazione)

Lascia un commento

Archiviato in antimilitarista, aviano, bush, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, chiese, dal molin, digiuno, disarmo, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, hiroshima, lilliput, Nagasaki, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace, Rete Italiana per il Disarmo, rete lilliput, Senza Categoria, vicenza

9 giugno,Bush a Roma: proposta di digiuno …. (PRIME 31 ADESIONI)

—– Original Message —–

From: locascio.francesco@aliceposta.it

To: carovana-di-pace@googlegroups.com ; fermiamo-il-fuoco@googlegroups.com

Sent: Friday, June 01, 2007 9:36 AM

Subject: Fw: [mir-riconciliazione] 9 giugno,Bush a Roma: proposta di digiuno …. (PRIME 31 ADESIONI)

—– Original Message —–

From: locascio.francesco@aliceposta.it

To: mir-iconciliazione@yahoogroups.com

Sent: Friday, May 18, 2007 9:15 AM

Subject: [riconciliazione] 9 giugno,Bush a Roma: proposta di digiuno ….

Il digiuno strumento per il risveglio delle coscienze

“Il fine della nonviolenza è sempre di risvegliare in chi commette il male quello che di migliore c’è in lui. (…)Nelle circostanze adatte il digiuno è il migliore strumento in tal senso. Se i politici non si rendono conto dell’efficacia del digiuno in campo politico ciò è dovuto al fatto che si tratta di una utilizzazione inusitata di questa meravigliosa arma.”
«Harijan», 26 luglio 1942 ; Teoria e pratica della nonviolenza, Einaudi 1996, p. 187


 

In occasione della visita a Roma da parte del Presidente USA, invitiamo ad UNIRCI in un digiuno, da parte di religiosi e nonviolenti, per testimoniare contro

  • l’immoralità di tutte le guerre,
  • l’immoralità delle teorizzazioni di “scontri di civiltà”,
  • l’immoralità della giustificazione “religiosa” della guerra e di qualsiasi violenza, 
  • l’immoralità degli assassini di massa perpretati in medioriente(in africa ed in tuto il mondo) da parte di tutte le parti belliggeranti,
  • l’immoralità delle risorse sottratte allo sviluppo ed alla lotta alla fame ed alle malattie,
  • l’immoralità di conflitti causati dalle necessità di sopperire risorse per il nostro stile di vita insostenibile.

prime adesioni:

  1. Francesco Lo Cascio Carovana contro la guerra, per il disarmo e la Pace (associazione ecumenica nonviolenta “Riconciliazione.it”)
  2. + Alex Zanotelli p. comboniano
  3. Enrico Pejretti MIR
  4. Attilio Galimberti ordine francescano secolare
  5. Alfonso Navarra Lega Disarmo Unilaterale
  6. Eugenio Melandri Chiamal’Africa

ADERISCI ANCHE TU! COMUNICACI LA TUA ADESIONE!

hanno comunicatol’adesione:

Ilaria Ciliaci (Roma) Presidente MIR

Barbara Grimaudo – LA SOGLIA –  Gruppo Comboniano di Licata (Sicilia –
Ragusa)

.


—– Original Message —–

From: Attilio Galimberti

To: ‘Locascio.francesco@aliceposta.it’

Sent: Monday, May 28, 2007 4:43 PM

Subject: Elenco aderenti alla proposta del digiuno il 9 giugno

Francesco

Più veloce che posso:

Paola Braggion OFS Milano
P. Guido Situmorang OFM Capp – Indonesia
Davide Morano OFS Pisa
Fabio Ceseri OFS Borgo s. Lorenzo
Alessandro Cremonesi OFS Milano
Luca Castiglioni OFS Milano
Chiara Kraus      OFS Milano
Maria Grazia Michaud OFS Milano
Angelo di Sarno OFS Vimercate
P. Joe Rozansky OFM  – USA
P. Vicente Felipe OFM – Spagna
Anna Maria Formica OFS Milano
Roberto Nova  OFS Milano
Mariella Galimberti OFS Milano
Vittorio Mambriani OFS Bologna
Ettore Valzania OFS Bologna
Ettore Colli Vignarelli OFS Novara
Angela Pampaloni OFS Borgo San Lorenzo
Sonia Gelsumini OFS Prato
Alberto Ridolfi OFS Terni
Bruno Lepori OFS – Faido – Svizzera
Sorelle Francescane della Nuova Gerusalemme – OFS Nibiuno
Carlo Spreafico OFS Milano
Donata Micolitti OFS Milano
Massimo Marelli OFS Milano
P- Antonio Belpiede OFM Capp – Foggia

Ovviamente
Attilio Galimberti OFS Milano
Rosa Corti OFS Milano __,_._,___

Lascia un commento

Archiviato in antimilitarista, bush, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, chiese, CHURCHES, Council of Churches, digiuno, disarmo, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, hiroshima, lilliput, Nagasaki, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace, Rete Italiana per il Disarmo, rete lilliput, roma, umanista, verdi, vicenza, World Council of Churches

Foggia

Al pomeriggio la carovana del Sud è arrivata a Foggia ed è stata accolta
da “giovani comunisti”, Verdi, e Attac Foggia.
Ci siamo sistemati in viale Vittorio Emanuele, lo struscio cittadino,
dove abbiamo incontrato cittadini e attivisti per illustrare le proposte
di leggi e la petizione popolare contro lo scudo antimissilistico (le
dichiarazioni di Putin di ieri confermano la validità di questa iniziativa).
L’assessore comunale ai diritti umani ci ha consegnato, davanti alle
telecamere delle TV locali, una targa di benvenuto alla carovana.
Il presidio, durante il quale sono state raccolte molte firme, è durato
fino a tardi, dopodiché abbiamo finito la serata in una pizzeria con gli
amici e compagni di Foggia. Anche i momenti conviviali sono importanti
per fare rete e cementare amicizie. Campagna sull’acqua, crisi
democrazia, base NATO “Amendola” presso Foggia sono stati gli argomenti
davanti a pizze monumentali e minestra di fave e cicoria…
Un saluto dal Sud
Roberto e Tiziano

Lascia un commento

Archiviato in antimilitarista, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, foggia, hiroshima, Nagasaki, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace

iniziativa diPescara

PER CHIUNQUE VOGLIA ADERIRE ALL’INIZIATIVA(Organizzazioni o Singole persone) 

è pregato di farlo al più prestoe comunque prima della Conferenza Stampa di presentazioneyuro.doc@inwind.it 

“Carovana contro la guerra, per la pace e il disarmo” 

 Promossa dal   Coordinamento “Fermiamo chi scherza col fuoco atomico”, dalla Rete Disarmiamoli” e dall’Assemblea di “Semprecontrolaguerra, che  prenderà  l’avvio il giorno 19 maggio 2007 e si articolerà da tre direttrici (dal Nord ovest, dal Nord Est, dal Sud). 

Lo scopo della “Carovana” è quello di sensibilizzare la popolazione e di mettere insieme i soggetti che intendono ampliare le lotte territoriali di questi anni su punti determinanti di un impegno pacifista coerente: 1-  Rimozione dal territorio italiano di tutti gli ordigni nucleari e delle armi di distruzione di massa; dissociazione e disobbedienza da ogni compromissione con l’apparato dello sterminio atomico;2. Opposizione ad ogni forma di coinvolgimento dell’Italia nella guerra globale e ritiro delle truppe da tutti i fronti bellici; 3. Per la chiusura, lo smantellamento, la bonifica e la riconversione a scopo esclusivamente civile delle basi militari USA e NATO4. Obiezione alle spese militari finalizzata ad un modello di difesa alternativo e alla costituzione di Corpi Civili di Pace 5. Per affermare i valori di pace dell’art. 11 della Costituzione italiana che ripudia la guerra. Per organizzare la resistenza sociale alle scelte politiche di riarmo e di interventismo militare del governo ed affermare il principio della sovranità popolare. La manifestazione giungerà a Roma entro il 2 giugno, giornata in cui, al posto delle parate militariste, occorre fare memoria della Costituzione e del suo ripudio della guerra (art .11). Il 2 giugno deve essere restituito alla società civile, per valorizzare l’intervento civile per la costruzione della Pace:   nei luoghi teatro di conflitto vogliamo Ambasciate di Pace  di ONG riconosciute dalla popolazione,  non “democrazia” e “sviluppo” a suon di bombe contro la popolazione. La Carovana, raccordando reti e realtà politico-culturali differenti, rilancia questi temi unitari attraverso una iniziativa diffusa di informazione e di mobilitazione, dalle comunità e dai territori dove le basi militari e di guerra sono presenti. Essa diffonde strumenti, iniziative e pratiche di lotta che esprimano il desiderio maggioritario dei cittadini di rifiutare ogni logica di violenza. Essa deve servire a rilanciare la mobilitazione contro la guerra e la militarizzazione in tutti i settori sociali, sui posti di lavoro, nelle scuole, nelle chiese e nei quartieri. SALONE DELLA PROVINCIA DI PESCARA 31 maggio L’iniziativa si articolerà come segue:1) Ore 17.00, incontro con gli organizzatori e gli ospiti, Alfonso Navarra, Francesco Lo Cascio e Julio Montesinos   2) Ore 17.30, Recital di Julio Montesinos in: Poesia per la pace di Poeti Latinoamericani  3) Ore 18.00, Proiezione del film “Finché c’è guerra c’è speranza” 4) Nei giorni successivi saranno organizzati tavoli per una più organizzata e adeguata raccolta di firme.       Pescara, 18 maggio 2007Tusio De Iuliis    

Lascia un commento

Archiviato in antimilitarista, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, dal molin, disarmo, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, hiroshima, lilliput, Nagasaki, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace, pescara, rete lilliput, roma, vicenza

Files mp3 collegamenti radio con le carovane per la pace

LA RADIO CON LA CAROVANA CONTRO LA GUERRA
 [12.16, 28 Mag.]
Tappa dopo tappa prosegue nelle sue ultime battute il cammino delle tre carovane contro la guerra, per la pace e il disarmo che, partite lo scorso 19 maggio rispettivamente da Novara, Trieste e Sigonella, stanno attraversando l’Italia per ritrovarsi il 2 giugno per partecipare a Roma alle iniziative contro l’annuale parata militare che si tiene nel giorno della festa della Repubblica. La carovana del nord-est, dopo la tappa a Vicenza, oggi si è recata a Bologna per far visita alla cooperante che mercoledì scorso, sull’autostrada Brescia-Milano è rimasta coinvolta in un incidente automobilistico – trauma cranico, se la caverà in una trentina di giorni – e da domani sarà ad Assisi, penultima tappa del viaggio. Noi abbiamo raggiunto il capocarovana Alfonso Navarra. La carovana del nord-ovest questo week end ha invece incontrato le realtà e i comitati di Livorno e Firenze che si battono contro l’ampliamento della base militare statunitense di Camp Derby. Sentiamo prima il capocarovana Valter Lorenzi e poi Andrea Venturi del comitato per lo smantellamento e la riconversione della base. I pacifisti partiti da sud infine, dopo esser stati a Napoli e ad Acerra per portare la propria solidarietà ai comitati popolari che si battono per l’obiettivo rifiuti zero, ora si stanno portando in direzione della capitale. Tiziano Cardosi è il capocarovana. Sentiamolo.
[Scarica il contributo audio, durata: 17′.51”]

IN VIAGGIO CON LE CAROVANE CONTRO LA GUERRA
 [12.09, 25 Mag.]
Tappa dopo tappa prosegue il cammino delle tre carovane contro la guerra, per la pace e il disarmo che, partite lo scorso 19 maggio rispettivamente da Novara, Trieste e Sigonella, stanno attraversando l’Italia per ritrovarsi il 2 giugno per partecipare a Roma alle iniziative contro l’annuale parata militare che si tiene nel giorno della festa della Repubblica.La carovana del nord-est è da ieri a Vicenza, dove è stata accolta dal popolo che si batte contro il Dal Molin. Ieri sera una manifestazione e oggi un‘iniziativa in piazza del Duomo, come ci spiegherà Raniero Germano del presidio permanente. Mentre la carovana del Nord Ovest si sta riorganizzando per l’iniziativa che domani si terrà a Camp Derby, in Toscana, i pacifisti partiti da sud, dopo esser stati a Locri, stasera arriveranno a Napoli. Tiziano Cardosi è il capocarovana, lo abbiamo raggiunto durante il viaggio dalla Basilicata alla Campania. Contemporaneamente all’arrivo della Carovana, sempre nel capoluogo partenopeo la Rete Lilliput inaugura la sua quinta assemblea nazionale, una tre giorni di dibattiti e workshop che fino a domenica si concentrerà sulle nuove strategie di sviluppo sostenibile, a cominciare proprio dal problema rifiuti e dalla smilitarizzazione del territorio campano, come ci spiega Angelica Romano di Lilliput Napoli.
[Scarica il contributo audio, durata: 13′.51”]

CAROVANA CONTRO LA GUERRA
 [12.23, 22 Mag.]
Partite lo scorso sabato da Novara, Aviano e Sigonella, prosegue il cammino delle tre carovane contro la guerra che percorreranno la penisola per incontrarsi a Roma per dire no alla parata militare e ripristinare il 2 giugno come festa della Repubblica. La carovana del Nordest oggi pomeriggio è ad Asti per incontrare il social forum locale. La carovana del sud ieri invece ha incontrato gli studenti all’università di Catania. Domani sera sera invece la terza carovana che è partita da Aviano farà tappa a Ghedi, nel bresciano, dopo l’aeroporto militare italiano tiene nei suoi hangar circa 40 testate atomiche. Sarà l’occasione per rilanciare la mobilitazione contro le atomiche.
[Scarica il contributo audio, durata: 48′.12”]

CAROVANA CONTRO LA GUERRA
 [12.29, 21 Mag.]
Partite lo scorso sabato da Novara, Aviano e Sigonella, prosegue il cammino delle tre carovane contro la guerra che percorreranno la penisola per incontrarsi a Roma per dire no alla parata militare e ripristinare il 2 giugno come festa della Repubblica. La carovana del Nordest oggi pomeriggio sarà a Torino per chiedere al Consiglio Comunale e al sindaco Chiamparino una presa di posizione decisa contro la guerra. Valter Lorenzi è il Capocarovana, sentiamolo. Le carovane stanno inoltre proponendo durante il loro percorso i testi di due leggi di iniziativa popolare sul disarmo atomico e per la smilitarizzazione dei territori, come ci spiega Tiziano Cardosi, Capocarovana del sud. Mercoledì sera invece la terza carovana che è partita da Aviano farà tappa a Ghedi, nel bresciano, dopo l’aeroporto militare italiano tiene nei suoi hangar circa 40 testate atomiche. Sarà l’occasione per rilanciare la mobilitazione contro le atomiche.
[Scarica il contributo audio, durata: 28′.54”]

CAROVANA CONTRO LA GUERRA
 [12.52, 16 Mag.]
Sabato 19 maggio da Novara, Trieste e Sigonella si muoveranno le carovane contro la guerra , per il disarmo e la pace. Ne abbiamo parlato con Valter Lorenzi della Rete Disarmiamoli.
[Scarica il contributo audio, durata: 5′.57”]

Lascia un commento

Archiviato in acerra, antimilitarista, aviano, benevento, calabria, campania, carovana contro la guerra, carovana contro le guerre, Carovana di Pace, dal molin, disarmo, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, forlì, genova, hiroshima, isola delle femmine, lilliput, messina, Nagasaki, napoli, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace, portici, radio, Rete Italiana per il Disarmo, rete lilliput, rimini, roma, sferracavallo, umanista, verdi, vicenza

carovana del Sud, 28 maggio,Salerno

Bella serata a Salerno.
La “carovana contro la guerra, per la pace e il disarmo” è arrivata a
Vietri con le vedute mozzafiato che potete immaginarvi sul mare e sulla
costiera amalfitana. Qui c’è stato l’incontro con i pacifisti
salernitani che si sono organizzati in un coloratissimo corteo di
macchine imbandierate attraverso la città, sul lungomare. Il camper
della carovana è stato dotato di un bandierone della pace enorme, lungo
come un velo nuziale…
Molte e varie le realtà presenti, il che è buon segno in vista della
ripresa del movimento che si oppone alla guerra globale.
Alla fine del corteo un incontro nella sede delle botteghe del commercio
equo e solidale. Dopo la presentazione del significato di questa
Carovana il dibattito è proseguito facendo emergere le varie anime del
movimento pacifista, comunque l’opposizione alla guerra a al riarmo,
finendo significativamente discutendo della crisi della democrazia e
delle nuove esperienze di politica attiva esercitata direttamente dalle
persone: Serre è molto vicina a Salerno e il tema dei rifiuti e della
democrazia è all’ordine del giorno.
La carovana prosegue verso la Puglia. Domani tappa a Lecce. Oggi riposo
sui monti dell’Irpinia con scorta abbondante di ciliege e mozzarelle.
Un saluto dalla carovana del Sud

Lascia un commento

Archiviato in acerra, antimilitarista, campania, Carovana di Pace, chiese, disarmo atomico, Disarmo Nucleare, hiroshima, lilliput, messina, Nagasaki, napoli, non-violenza, nonviolenza, nucleare, pace, rete lilliput